martedì 22 Giugno 21
More
    martedì 22 Giugno 21

    A…rrivederci Crotone. In serie B la Reggina non molla, il Cosenza resiste

    Il Crotone retrocede matematicamente in Serie B. La sconfitta per 2-0 con l’Inter capolista condanna aritmeticamente la squadra di Serse Cosmi, che ferma a 18 punti a quattro giornate dalla fine saluta la Serie A.

    Eriksen ed Hakimi firmano lo 0-2 allo Scida, regalando di fatto lo scudetto all’Inter dopo nove anni di dominio Juve. Ma è un Crotone che nelle ultime partite ha oggettivamente dimostrato di avere delle qualità meritevoli del massimo campionato, penalizzate da limiti enormi, soprattutto difensivi, che ne hanno determinato la retrocessione, ma che lasciano la speranza di una stagione a venire che sarà organizzata per tornare immediatamente in serie A. Magari ripartendo proprio da Cosmi.

    informazione pubblicitaria

    Infatti, prima della gara il presidente del Crotone Gianni Vrenna ha annunciato che lavorerà ad una squadra per tornare subito nella massima categoria. Alla guida potrebbe esserci proprio Cosmi.

    “Io – dice il tecnico – mi sono sempre detto che voglio aspettare la fine del campionato per vedere il mio futuro. Non voglio fare più un campionato dove porti una squadra all’eutanasia. Perché di questo si è trattato nonostante alcune soddisfazioni. Io voglio competere, sento di poterlo fare, voglio giocarmela alla pari anche con squadre che hanno un budget maggiore ma voglio giocarmela in modo diverso. Così è stato frustante. Era una stagione che si poteva vivere in modo diverso”.

    Chi è in serie B, sognando la serie A, è la Reggina, che pareggia a Cremona e mantiene vivo l’obiettivo playoff a tre giornate dal termine. Il Chievo è solo ad un punto di distanza, ma anche la Spal è a portata di mano. I prossimi avversari sono Ascoli e Frosinone al Granillo, mentre in mezzo ci sarà la trasferta di Lecce. In classifica, dopo la rete di Rivas, che nella ripresa del match ha pareggiato quella di Alzania, che ha portato in vantaggio la Cremonese nel primo tempo, la Reggina tocca quota 48.

    informazione pubblicitaria

    Gli amaranto non mollano, così come il Cosenza, che quasi condannato alla ricerca della salvezza passando dai playout, cerca di resistere alla rimonta della Reggiana, vincendo 3-0 contro un’avversaria diretta, penultima in classifica, il Pescara. Due volte Tremolada e Carretta fissano il punteggio nei primi quarantacinque minuti di gioco, poi gli ospiti falliscono un rigore.

    Tre punti fondamentali, che portano il Cosenza a 35 punti in classifica a -5 dall’Ascoli e a -6 dal Pordenone, che occupa la casella ultima, buona per non correre rischi e restare in serie B. Proprio contro il Pordenone, in trasferta, il Cosenza chiuderà la regular season, ma prima, nei prossimi sette giorni, sarà in Toscana a giocare con l’Empoli, per poi ospitare il Monza, due squadre a caccia della serie A diretta. Per questo ai lupi servirà un’impresa, anche per giocarsela agli spareggi.

    Redazione Calabriaclick

    informazione pubblicitaria
    informazione pubblicitaria

    Altre news

    informazione pubblicitaria

    Covid-19 news

    informazione pubblicitaria

    Calabria da Scoprire

    informazione pubblicitaria