domenica 28 Febbraio 21
domenica 28 Febbraio 21

Addio al “Sindaco” di Catanzaro: calcio in lutto, muore Fabrizio Ferrigno

Aveva solo 47 anni Fabrizio Ferrigno. Una breve, ma intensa vita, trascorsa interamente rincorrendo le emozioni di una passione immensa, quella per il calcio.

Giocatore e poi dirigente, ha saputo raccogliere tante soddisfazioni e, soprattutto, tanta stima e affetto da chi lo ha incontrato sulla propria strada.

informazione pubblicitaria

Si è spento a Catania, Ferrigno, dopo aver lottato da guerriero contro la brutta malattia. La sua forza e la grande determinazione questa volta non sono bastate per conquistare la vittoria, quella che invece ha spesso ottenuto durante la sua esistenza professionale.

E non lo dimenticheranno mai a Catanzaro, dove Fabrizio Ferrigno era il “Sindaco”. Una promozione in serie B da capitano ed un gol da centrocampo contro la Sambenedettese che resterà indelebile per sempre.

Nel 2008 ha lasciato il campo, per inseguire ed afferrare nuovi successi da dirigente sportivo. E’ stato premiato come il migliore della Lega Pro nel corso della stagione 2016/17.

Poi la malattia, la lotta ed infine la drammatica notizia della sua morte. Ha giocato con Castel di Sangro, Napoli, Casarano, Reggina, Benevento, Acireale, Padova, Giulianova, Chievo e Pisa, e tutti i tifosi non lo dimenticheranno mai.

Sì, perché Ferrigno non era solo il “Sindaco di Catanzaro”. Ha dato tutto se stesso all’intera Italia del calcio. Lui che il calcio lo amava alla follia. Lui che da oggi mancherà tantissimo a tutti.

Fabrizio Ferrigno se n’è andato. Rimangono intatte le emozioni, le lacrime di gioia regalate a tanti tifosi giallorossi e poi il suo sorriso. Quello che non negava a nessuno. Come sanno fare solo i campioni.

Redazione Calabriaclick

informazione pubblicitaria
informazione pubblicitaria

Calabria da scoprire

informazione pubblicitaria