martedì,26,Gennaio,21

Calcio Calabria: chi sorride, chi piange e chi affonda in una pozza

Un weekend di sorrisi e di lacrime. E’ quello vissuto dalle formazioni calabresi impegnate nei campionati di calcio professionistici nazionali nell’ultima due giorni di gare disputate, dopo la pausa per le Nazionali.

Ai sorrisi del Cosenza, corsaro in quel di Frosinone, e del Catanzaro, che soffre, vince e si convince, ci sia consentito di dare spazio più avanti. Prima, è doveroso occuparci delle lacrime. Che, purtroppo, a Crotone sono diventate extra-calcistiche.

informazione pubblicitaria

L’intera provincia pitagorica è stata sommersa da nubifragi violenti, che hanno costretto tante persone ad avere necessità di soccorsi immediati, dopo essere stati travolti dall’acqua ed aver dovuto abbandonare le loro case.

Le loro lacrime di disperazione valgono più di qualsiasi partita di calcio, ma la Lega di serie A ha ritenuto ci fossero ugualmente le condizioni per far disputare la gara Crotone-Lazio. E così, in scena allo Scida, in diretta Sky, le due squadre hanno dato vita all’ottava giornata di campionato.

Immobile al 21′ e Correa al 58′ hanno fissato il punteggio sul 2-0 in favore dei ragazzi allenati da Simone Inzaghi. Un risultato, nato in un campo pieno di pozze, che non rende merito ad un Crotone tenace, che ha portato 67 attacchi pericolosi nella metà campo laziale al cospetto dei 38 attacchi degli ospiti.

informazione pubblicitaria

Son lacrime sportive, quelle del Crotone affondato nelle pozze dello Scida, cariche di rabbia, per risultati che non arrivano, nonostante le prestazioni continuino ad essere positive. E c’è da piangere, perché guardando la classifica, tranne i due punti presi con Juve e Toro, lo zero in casella è stato una costante.

Ultimo posto per il Crotone, ma la salvezza è ancora lì, a soli quattro punti. Certo, se di punti non ne fai mai anche quei quattro diventano un abisso.

Ma siamo all’inizio e di percorso da fare ce n’è abbastanza. Urgono passi in avanti, così come servono alla Reggina. Come avvenuto due partite fa, nella giornata numero 8 disputata al Granillo ieri, gli amaranto restano in inferiorità numerica e compromettono la partita contro il Pisa, addirittura dopo essere stati avanti per 85 minuti di gioco.

informazione pubblicitaria

Passano in vantaggio al 21′ con la rete di Situm, servito da Menez, restano sotto di uomo al minuto 46 per un doppio giallo rimediato da Crisetig, si fanno riprendere nel punteggio da Masucci all’85’ e vengono stesi dal gol ko di Sibilli al 91′.

Le sconfitte della Reggina diventano così tre e sono tutte consecutive. La classifica è troppo modesta per coltivare ambiziose prospettive, perché due punti in cinque gare non somigliano ad un passo da protagonista. Lacrime amare per la formazione dello Stretto, che ha di che riflettere nell’immediato futuro.

Neppure la Vibonese è riuscita a sorridere a Monopoli. La doppietta di Starita appanna il buon momento dei calabresi, che restano al decimo posto del girone C, con dodici punti in nove match giocati.

Chi invece nello stesso girone sorride è il Catanzaro. Supera al Ceravolo la Cavese con il risultato di 2-1 e sale al quarto posto. Il salto dalla C alla B è il sogno ossessivo dei tifosi delle Aquile, che, con i piedi per terra e con tanta sofferenza, osservano una squadra che riesce ad essere concreta, almeno fin qui. Risolo e Di Piazza firmano il successo che consegna altri tre punti ai giallorossi. Sono 19 quelli totali in undici gare disputate e la vetta, occupata dalla Ternana a quota 30 con una partita in più, appare quasi irraggiungibile.

Tuttavia, la stagione attuale potrà riservare sorprese in ogni categoria. In serie A, dove il Crotone è tra quelle squadre ad aver ostacolato la Juve sul percorso del decimo titolo consecutivo, nella quale il Milan guida ed il Sassuolo stupisce.

Ed in serie B, dove il Cosenza ha ritrovato il sorriso dopo due sconfitte. Lo ha fatto su un campo complicatissimo, quello del Frosinone, tra le big della serie. La doppietta di Carretta nella ripresa del match giocato venerdì scorso, permette ai Lupi di salire al dodicesimo posto, un punto sopra la Reggina, che sulla carta è più attrezzata per sognare in grande.

Il calcio è così, genera sorrisi e lacrime. Ben diverse da quelle che i calabresi hanno dovuto versare per gravissimi danni subiti. Ma pioveva, e forse, chi gestisce tanto denaro e tanta popolarità, non si è accorto del loro pianto.

(foto dalla pagina Facebook dell’Fc Crotone)

Redazione Calabriaclick

informazione pubblicitaria
informazione pubblicitaria

Recovery plan, Spirlì: “Da Governatori Sud proposte per equa distribuzione fondi”

«Con gli altri presidenti delle Regioni del Sud abbiamo deciso di costituirci in un gruppo per avanzare proposte e richieste in materia...

Recovery plan, Spirlì: “Da Governatori Sud proposte per equa distribuzione fondi”

«Con gli altri presidenti delle Regioni del Sud abbiamo deciso di costituirci in un gruppo per avanzare proposte e richieste in materia...

Coronavirus Calabria: nuovi contagi in lieve in calo

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 475.339 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 501.278 (allo stesso soggetto possono...

Covid, allarme a Corigliano-Rossano: quasi 600 positivi

Il sindaco di Corigliano-Rossano, Flavio Stasi, ha comunicato i dati dei casi Covid presenti nel territorio comunale. "Visti i...

Covid, crollo dei nuovi casi positivi nell’area centrale della Calabria: pochi i tamponi

I lunedì dell'epoca Covid confermano ancora una volta il consueto netto calo dei nuovi casi positivi, a causa dei pochi test svolti...

Lezione con dodici studenti in presenza, multata scuola privata

Corsi di formazione in presenza, con dodici studenti ed un professore a tenere la lezione. Questo è quello che hanno scoperto i...
informazione pubblicitaria
informazione pubblicitaria

Calabria da scoprire

Calabria, l’alimentazione del futuro: il Tacle finisce sul Journal of Functional Foods

è il sottotitolo con cui si apre l’articolo pubblicato dalla rivista scientifica Journal of Functional Foods. Nel 2018,...

Il panettone calabrese di Mastro Vincenzo che ha conquistato il Nord-Italia

"Il panettone artigianale di Vincenzo Pellicorio conquista non solo Milano ma tutto il Nord- Italia. Con grande soddisfazione e fierezza, l’Amministrazione comunale...

La neve in Sila è speciale

*Andiamo in Sila?Solo se mi passi a prendere.Vedo se ho le catene per la macchina.Ok, però fammi sapere.Certo, intanto vedi di trovare...

Né panettone, né pandoro: a Natale preferisco i dolci della mia Calabria

di Matteo Brancati - Non ho mai capito perché la gente si ostina a comprare panettoni e pandori a Natale. Chiariamo, non...

I “turdilli” di Natale mi riportano in Calabria

di Matteo Brancati - Non ho mai detto no ai dolci. È più forte di me. Sono troppo buoni, specialmente quelli del...
informazione pubblicitaria