martedì 2 Marzo 21
martedì 2 Marzo 21

Coronavirus, nuovo Dpcm: Draghi ha deciso. Cambiano i parametri, ma non il sistema a colori

Il premier Mario Draghi ha deciso: per contrastare la diffusione del Coronavirus sarà confermato il sistema a colori, ma cambieranno i parametri. E’ quanto scrive il Corriere della Sera.

Nella giornata di lunedì 22 febbraio, ricordiamo, il Consiglio dei Ministri ha detto sì al decreto che proroga lo stop allo spostamento tra regioni fino al 27 marzo, tranne per motivi di salute, lavoro o necessità da scrivere sull’autocertificazione. Per quanto concerne le seconde case, invece, è permesso recarvi anche se si trovano in zona rossa, rispettando alcune norme. Ad esempio, una famiglia può andare nella seconda casa solo se ha acquistato o affittato l’immobile entro il 14 gennaio 2021.

informazione pubblicitaria

Per il nuovo Dpcm, in scadenza il prossimo 5 marzo, il governo non abolirà il coprifuoco, ma starebbe pensando di spostarlo dalle 22 alle 23.30. Tutto dipenderà dall’andamento dei contagi e dal parere degli Cts.

Situazione complessa per ristoranti, teatri e cinema. Per le attività di ristorazione, anche se alcune forze politiche spingono per la riapertura serale, permangono molti dubbi. Anche qui si deciderà in base alla curva epidemiologica. Teatri e cinema, invece, malgrado le parole del ministro Franceschini, dovrebbero aprire nel mese di aprile e non più il 6 marzo.

Redazione Calabriaclick

informazione pubblicitaria
informazione pubblicitaria

Calabria da scoprire

informazione pubblicitaria