mercoledì 19 Maggio 21
mercoledì 19 Maggio 21

Covid: Calabria unica regione a rischio Alto, potrebbe essere l’ultima a ripartire

E’ attesa in serata la comunicazione, con firma annessa, del ministro della Salute, Roberto Speranza, sui nuovi provvedimenti da assumere in seguito all’ultimo monitoraggio dell’Istituto Superiore della Sanità (ISS) pubblicato ieri.

E la Calabria è l’unica regione italiana ad essere classificata con rischio Alto. E’ questo uno dei dati maggiormente significativi messi in evidenza nel rapporto settimanale dell’Iss, mentre l’Rt regionale resta sotto l’1, precisamente a 0.9 (0.83/0.98).

informazione pubblicitaria

Alla luce degli ultimi numeri, pertanto, è verosimile che la zona Arancione possa essere confermata, con la consapevolezza che con dati simili a quelli registrati negli ultimi giorni la Calabria possa rischiare tra sette giorni di non ottenere il pass di regione a zona Gialla, che dal 26 aprile, come annunciato ieri dal premier Mario Draghi, significherà ritornare ad una semi-normalità.

Perché gli oltre +450 casi positivi al Covid-19 di media al giorno, con oltre 500 ricoveri ospedalieri e con i posti di terapia intensiva, ieri 45, che lambisce la soglia limite del 30% di quelli occupati, potrebbero spingere il ministro Speranza a lasciare la Calabria in zona Arancione, se non addirittura spostarla in zona Rossa.

Rimane perciò, molto probabilmente, una settimana intera per tentare di ridimensionare i numeri crescenti ed incrementare di pari passo quelli relativi alla campagna di vaccinazione, con la Calabria perennemente ultima e disorganizzata.

informazione pubblicitaria

A tutto questo, va però aggiunto che è lo stesso Governo Draghi ad essersi dimostrato totalmente diverso nell’approccio alle limitazioni, annunciando la ripartenza dal prossimo 26 aprile. Si è passati dal pugno di ferro alla carezza e proprio Mario Draghi ne ha spiegato la ragione, definendosi preoccupato e colpito dal disagio sociale in corso.

Pertanto, con una visione mutata di quello che era precedentemente l’approccio al virus ed i metodi per contrastarlo, anche in Calabria le limitazioni potrebbero trasformarsi da rigide a più elastiche ed è questo il motivo per il quale fino a questa sera e nei giorni a seguire, il colore abbinato al rischio di contagio rimarrà tutto da scoprire.

Redazione Calabriaclick

informazione pubblicitaria
informazione pubblicitaria

Altre news

informazione pubblicitaria

Calabria da scoprire

informazione pubblicitaria