sabato 17 Aprile 21
sabato 17 Aprile 21

Covid, governo pronto a un nuovo lockdown: preoccupano i ricoveri

L’aumento dei contagi Covid in tutta Italia sta facendo vacillare il governo pronto -in caso di una nuova impennata dei positivi – a un lockdown.

I primi a chiudere -stando a quanto riporta il Corriere della Sera -sarebbero le attività considerate non essenziali, come le sale giochi, nelle quali il pericolo di assembramento è dietro l’angolo. Per quanto concerne -invece- palestre e piscine, dalle prossime ore scatteranno regole ancora più restrittive come la misurazione della temperatura, lo scaglionamento agli ingressi e la pulizia degli attrezzi ad esercizio concluso.

Particolare attenzione è rivolta anche agli ospedali, i quali stanno nuovamente facendo registrare un aumento dei ricoveri. E se le persone in terapia intensiva dovessero essere 2.300, Palazzo Chigi deciderà per ulteriori misure restrittive. Nella giornata di ieri i ricoveri in terapia intensiva sono stati 926 a differenza di una settimana prima, dove erano state 539.

Se la situazione non dovesse migliorare, anche i centri commerciali potrebbero chiudere nei week-end -come già accade in alcune regioni – ad eccezione dei negozi di generi alimentari e farmacie.

Infine, anche gli spostamento tra regioni sono attenzionati dal governo. A tal propositivo, possibile coprifuoco dalle 23 o dalle 24 in tutto il Paese proprio per evitare che i cittadini possano lasciare -aggirando i divieti- la Regione di residenza per andare in un’altra. Il lockdown -come ipotizza Il Mattino -durerebbe 2 settimane.

E il premier Giuseppe Conte illustrando alla Camera il Dpcm del 18 ottobre, poco fa ha dichiarato “Saremo pronti a intervenire nuovamente se necessario” 

Redazione Calabriaclick

informazione pubblicitaria

Scegli il Doposcuola su misura per te

Altre news

Calabria da scoprire

informazione pubblicitaria