informazione pubblicitaria
giovedì 25 Febbraio 21
informazione pubblicitaria
giovedì 25 Febbraio 21

Covid, ipotesi lockdown ‘soft’ dal 9 novembre: i dettagli

Il premier ha smentito l’ipotesi di un imminente lockdown nazionale. “Diamo il tempo alle misure restrittive appena approvate di dispiegare appieno i loro effetti”, ha sottolineato ieri il premier. Attendere quindi, con l’obiettivo di riportare la curva “sotto controllo” e provare a riaprire, cautamente, entro Natale.

E’ questa la strategia del governo. Una strategia che -come riporta l’Ansa- non esclude lockdown locali ma che potrebbe scontrarsi con la necessità di una chiusura totale.

informazione pubblicitaria

Palazzo Chigi, per ora, tiene lontana l’ipotesi. Gli effetti sulla tenuta sociale del Paese, spiega una fonte di governo, potrebbero essere imprevedibili. Si procede con passo felpato, quindi, tenendo presente che l’ordine “cronologico” della pandemia in Europa rispetto a marzo, quando l’Italia fu per così dire capofila, è ben diverso. Ma tutto dipenderà dai prossimi giorni. Il momento, si ribadisce a Palazzo Chigi “è complesso”.

Ancora manifestazioni e scontri, gli ultimi ieri sera a un corteo di estrema destra a Verona. Lamorgese parla di antagonisti, ultras ed elementi legati alla criminalità.

Tuttavia, come scrive “Il Messaggero” – se si dovesse registrare l’aumento dei contagi, si potrebbe registrare un nuovo lockdown, questa volta più morbido, dal prossimo 9 novembre. L’Italia – infatti- si trova nello scenario di Tipo 3 e rischia un collasso sanitario. In questo caso non chiuderebbero uffici, aziende, fabbriche, negozi e attività che erogano servizi essenziali (negozi di generi alimentari su tutti). Dunque, si uscirebbe solo per esigenze di lavoro e di salute. Stop anche alla possibilità di spostarsi fuori i confini comunale e regionali (in caso ci sarebbero lockdown territoriali nelle zone più colpite).

Redazione Calabriaclick

informazione pubblicitaria
informazione pubblicitaria

Calabria da scoprire