domenica 9 Maggio 21
domenica 9 Maggio 21

Daria, calabrese a Milano: “La mia terra mi manca tanto. Ho un sogno”

di Matteo Brancati – A me la Calabria piace. E non lo scrivo perché abbiamo posti meravigliosi, il mare e la montagna a pochi chilometri di distanza, il buon cibo. E nemmeno perché siamo ospitali.

Sono tutte “caratteristiche” che tutti conoscono In fondo è quello che pensa la maggior parte della gente che si reca in Calabria soprattutto durante la stagione estiva.


Mi piace ancora di più, comunque, essere calabrese. É una sorta di vanto, per intenderci. Dalla Calabria sono nate idee importanti sotto ogni aspetto. E dalla Calabria sono partite persone in grado di farsi valere. In grado di far parlare, in positivo, tutto il mondo. Basti pensare a Corrado Alvaro, Mattia Preti, Renato Dulbecco, Gianni Versace e tanti altri che non menziono per evidenti limiti di spazio.

informazione pubblicitaria


Sapete, durante le vacanze natalizie ho conosciuto una ragazza. Quelle semplici, acqua e sapone in grado di attirare immediatamente la tua simpatia. Si chiama Daria Fulginiti ed è una giovane di belle speranze che a Milano sta facendo tanta strada. L’ho intervistata per Calabriaclick, scoprendo una ragazza umile e con la testa sulle spalle. Abbiamo parlato del passato, del presente e del futuro, con un sogno nel cassetto.


Ciao Daria, piacere di conoscerti. Com’è andare via dalla Calabria?
Ho lasciato la Calabria all’età di 6 anni, e ad oggi ne ho quasi 26. Ero piccola ma allo stesso tempo grande da vivere al 100% tutto il dolore che si può provare quando lasci il profumo di casa, la tua famiglia, la tua terra, i tuoi amichetti dell’asilo, insomma, pezzi di vita.

Adesso di che cosa ti occupi?
Nella vita sono una studentessa nell’ambito giuridico e a breve mi laureo. mi sono data sempre da fare lavorativamente parlando, ma ad oggi e già da qualche anno sono nell’imprenditoria digitale, una Networker.

Ci puoi descrivere di che cosa si tratta?
Sviluppo reti commerciali in tutto il mondo grazie ad un modello di business online. Ho un mio ufficio /negozio online e questo mi permette di lavorare da dove voglio, il cellulare e il mio pc sono gli unici miei uffici. Mi permette di gestire il mio tempo, e soprattutto di crescere personalmente su tanti aspetti. Approccio con le persone, mindset, Sviluppo di nuove competenze. È un progetto a medio lungo termine, per cui prima di vedere frutti sostanziosi bisogna lavorare duramente con perseveranza e determinazione. Quindi, nel frattempo, comincerò anche a lavorare presso uno studio legale in centro a Milano.

informazione pubblicitaria


Cosa ti manca della Calabria e cosa miglioreresti di “Lei”
Della Calabria mi manco tutto. È strano penserete, d’altronde ho vissuto più a Milano che in Calabria. Ma mi manca tutto. Senza mare faccio davvero fatica. Mi manca casa, famiglia, mi manca il clima mite, mi mancano le persone calorose. Il mio sangue è calabrese doc, sono nata sul mare, sono figlia della buona cucina, sono figlia del sole caldo anche a dicembre. Mai niente e nessuno potrà allontanarmi dalla mia terra. Ho davvero sofferto questa lontananza. Ancora oggi a parlarne mi diventano gli occhi lucidi e il magone alla gola. Calabria è casa. Migliorerei sicuramente i servizi. È una terra favolosa, si potrebbe vivere davvero di rendita solo lavorando nei periodi estivi (parlo delle attività balneari soprattutto). Purtroppo i servizi sono scarsi, e spesso ci si accontenta di quelle poche famiglie emigrate al Nord che d’estate ritornano al Sud, a casa loro, senza far qualcosa per alimentare il turismo vero e proprio, senza far qualcosa per far conoscere i posti meravigliosi che abbiamo a persone nuove. Ho girato un po’ negli ultimi anni, ho visto posti conosciuti, mete turistiche di tanti italiani e non. Credetemi, nulla da invidiare alla Calabria. Ma purtroppo noi abbiamo posti che non vengono fatti conoscere, sconosciuti.


Ci sveli il piatto calabrese che ami di più?
Non ho un piatto preferito, anche se non si direbbe, sono una mangiona, e amo tutta la mia cucina. Peperoni e patate, melanzane ripiene, soppressata, la ‘nduja, i dolci tipici. Potrei non smettere di scrivere.


Il tuo sogno più grande?
Il mio sogno nel cassetto è quello di raggiungere la libertà finanziaria grazie al mio business, poter essere il capo di me stessa e poter fare solo quello nella vita, cosi da essere libera di viaggiare, di scendere più spesso giù, senza dover chiedere a nessun capo ferie o permessi. Trovare la persona giusta e creare una famiglia , e deve sapere che io mi sposerò in Calabria, sul mare.

Redazione Calabriaclick

informazione pubblicitaria
informazione pubblicitaria

Altre news

informazione pubblicitaria

Calabria da scoprire

informazione pubblicitaria