giovedì,21,Gennaio,21

Morzello è casa

informazione pubblicitaria

Eravamo insieme. Le luci della città che illuminavano uno dei tanti mercoledì di luglio. Il vento le accarezzava il viso, scompigliandole i capelli lunghi. Il centro storico di Catanzaro era quasi vuoto.

Si sentivano solo le urla dei bambini che prendevano a calci un pallone in piazza, riempita solo di poche auto. Camminammo per tanto tempo. I passi veloci scandivano le lancette dell’orologio. Le ore sembravano minuti che trascorrevano velocemente. Lei parlava della sua vita. Del suo ultimo viaggio in Norvegia. Della bellezza dei fiordi, mentre i vicoli catanzaresi ci accoglievano con i loro profumi di Calabria. E il suo sguardo fu catturato da un cartello appena fuori da una porta, sul quale c’era scritto con un pennarello nero “Stasera morzello”.

“Cos’è il morzello?”, chiese incuriosita con il suo delicato accento milanese quando, all’improvviso, le presi la mano. Sorridevo e lei non ne capiva il motivo. Ci sedemmo su due sedie di legno impagliate. Come quelle di una volta. Di fronte a un tavolino, sempre in legno, un po’ vetusto e graffiato ai lati. “Cosa vi porto”, disse il proprietario con la sua camicia bianca e il pantalone nero di lino. Si chiamava Filippo, una persona gentile. Con i capelli bianchi, brizzolati. “Due morzelli, nella pitta”, risposi. A quella parola, totalmente nuova nel suo vocabolario, lei tirò fuori uno sguardo incredulo, ma che significava anche curiosità. “E la prima volta che sento la pitta. Mi fido di te”, disse. Dopo cinque minuti, che sembravano interminabili per il mio stomaco, Filippo ci servì due pietanze tenute in un mano, mentre nell’altra aveva due bicchieri di vino rosso della casa. “Buon appetito, va mangiato con le mani”, ci consigliò In modo garbato. Lei lo fece, assaporando quella tenera carne immersa nella salsa di pomodoro piccante al punto giusto.

informazione pubblicitaria

Le piacque. Era totalmente assorta in quel viaggio di gusto. Quel piatto, anche se non era lombardo, la faceva sentire in famiglia. Mi disse. Dopo tanto tempo. Dopo vari viaggi. Ed ero orgoglioso perché ero nella mia terra rendendo felice una persona. Lei.

informazione pubblicitaria
informazione pubblicitaria

Covid, buone notizie dall’Ue, Pfizer consegnerà il 100% delle dosi previste

"Questa settimana ci sono stati ritardi sulla consegna delle dosi di vaccini" Pfizer, "per tutti gli Stati membri, ma saranno assorbiti entro...
informazione pubblicitaria

Covid: muore sacerdote all’ospedale di Cosenza

Altra triste notizie per la Calabria, ancora impegnata come tutto il mondo nella lotta contro il Covid. Nelle scorse...

Caso positivo in scuola a Catanzaro, stop didattica per due giorni

A seguito di un caso di positività riguardante un educatore scolastico – con il quale, secondo gli esiti del tracciamento dell’Asp, il...

Migliaia di indagati ed arresti in due anni: la Calabria è un problema Europeo

Sono tanti, terribilmente troppi, gli amministratori pubblici, gli imprenditori e i vari soggetti coinvolti in inchieste giudiziarie, per presunti reati di 'ndrangheta...

Termosifoni spenti, chiusa scuola. Il sindaco attacca mamme e studenti

Niente lezioni, questa mattina, per gli studenti della scuola secondaria di Fagnano Castello, nel Cosentino. Sul sito del Comune,...

La Lega cambia guida in Calabria: Salvini sceglie Saccomanno

La Lega cambia guida in Calabria. Termina il mandato del commissario Cristian Invernizzi, sostituito questa mattina dal leader del partito Matteo Salvini.

Calabria da scoprire

Il panettone calabrese di Mastro Vincenzo che ha conquistato il Nord-Italia

"Il panettone artigianale di Vincenzo Pellicorio conquista non solo Milano ma tutto il Nord- Italia. Con grande soddisfazione e fierezza, l’Amministrazione comunale...

La neve in Sila è speciale

*Andiamo in Sila?Solo se mi passi a prendere.Vedo se ho le catene per la macchina.Ok, però fammi sapere.Certo, intanto vedi di trovare...

Né panettone, né pandoro: a Natale preferisco i dolci della mia Calabria

di Matteo Brancati - Non ho mai capito perché la gente si ostina a comprare panettoni e pandori a Natale. Chiariamo, non...

I “turdilli” di Natale mi riportano in Calabria

di Matteo Brancati - Non ho mai detto no ai dolci. È più forte di me. Sono troppo buoni, specialmente quelli del...

In Calabria la scoperta epocale che può cambiare la storia dell’umanità

Nel settembre 2017 è stato ritrovato un fossile di Elephas antiquus dopo una siccità che ha asciugato le rive del lago Cecita,...
informazione pubblicitaria