mercoledì 19 Maggio 21
mercoledì 19 Maggio 21

Natale in Calabria

di Matteo Brancati – Il Natale in Calabria è importante. Oltre al significato religioso qui da noi il 25 dicembre si festeggia come si deve. Un po’ come la vigilia, caratterizzata dalla crespella calda a mezzogiorno e dal “se non ci vediamo, buon Natale”. Sono tradizioni e qui in Calabria le rispettiamo.

La mattina di Natale facciamo colazione con i divino amore, le susumelle, la pitta ‘nchiusa che dalla sera prima abbiamo lasciato sulla tavola. Quella tavola bella, apparecchiata con una tovaglia rosso fuoco abbellita da un babbo natale ricamato ai lati. Prendiamo un caffè amaro e un divino amore per compensare.

Poi apriamo i regali. Dal più piccolo al più grande, rigorosamente messi sotto l’albero illuminato, formando un grande caos con le urla sorprendenti dei bambini e le musiche di Natale in televisione. Gli auguri, i messaggini sul cellulare e le telefonate si sprecano in attesa del pranzo, la vera e propria attrazione della giornata.

I piatti, tra un bicchiere e l’altro, vengono gustati con armonia e la lasagna sembra essere meno pesante del solito. E poi ci sono i dolci, rigorosamente regionali, la tombola, le infinite partite a carte e le risate fino a notte fonda “perché domani è Santo Stefano e non si lavora”.

Ma quest’anno è diverso. Una pandemia non ci permette di ridere in compagnia. Abbracciarci come una volta. E allora riavvolgiamo il nastro dei ricordi e sorridiamo tutti insieme. Vicini, anche se virtualmente.
Auguri!

(Foto di repertorio)

Redazione Calabriaclick

informazione pubblicitaria
informazione pubblicitaria

Altre news

informazione pubblicitaria

Calabria da scoprire

informazione pubblicitaria