mercoledì 24 Febbraio 21
mercoledì 24 Febbraio 21

Serie A, la Juve allo Scida: il Crotone pronto al big-match

Tre gare disputate e tre sconfitte. La nuova avventura del Crotone in serie A non è per nulla quella che i tifosi avevano sognato.

Dieci gol subiti, più di tre a partita, ed appena due palloni infilati in rete, uno nello stadio Marassi, nell’1 a 4 contro il Genoa all’esordio ed uno in casa del Sassuolo, dove sempre 4 sono state le reti subite.

informazione pubblicitaria

E’ davvero tosta la serie A e la squadra pitagorica se n’è accorta da subito. E le prospettive immediate di riscatto, per quanto ci siano, devono fare i conti con il prossimo avversario, ospite allo stadio Scida domani sera, con lo start previsto alle 20.45.

Il calendario non è stato per niente benevolo, perché dopo il Milan, scappato via dalla Calabria con il carico pieno di 3 punti ed un secco 2-0 lasciato sul campo, nella patria di Pitagora giungono i campioni d’Italia da nove stagioni consecutive della Juventus.

Ma zero paura, questa la parola d’ordine diffusa nel corso degli allenamenti da mister Stroppa ai suoi ragazzi. Lo sconforto per una falsa partenza è ovvio che sia una quotidiana palla al piede dei calciatori del Crotone, ma l’unica via di fuga dall’attuale momento no è fare punti.

Bisogna tentare di farne anche e soprattutto contro la Juve. Perché da un lato sbloccherebbe lo zero nella casella e dall’altro darebbe immensa fiducia al gruppo, producendo un probabile cambio di marcia.

I punti servono, ma per ottenerli bisogna fare gol. Simy avrà ancora negli occhi quello storico 1-1 della stagione 17/18, messo dentro di rovesciata come aveva fatto poco tempo prima quel fenomeno targato CR7, che all’epoca indossava la maglia del Real Madrid.

Domani sera Cristiano Ronaldo non sarà in campo, causa contagio al Covid. Ma i bianconeri rimangono una corazzata di assoluto livello. Per questo serve carattere e tanta intelligenza tattica. Per non parlare del livello tecnico, che per stare al pari degli avversari dovrà essere estremamente alto.

In settimana Stroppa ha istruito i suoi ragazzi e con grande serenità aspetta il momento di scatenare tutta la rabbia agonistica da bordo campo. In questo momento è consapevole delle difficoltà che il Crotone sta affrontando e sa pure che con la Juve servirà un’impresa. Ci crede e chiede ai suoi di crederci allo stesso modo.

Oggi per la squadra ci sarà un lavoro di rifinitura e poi spazio alla conferenza stampa prima della gara. Domani sera allo Scida ci saranno anche mille tifosi a sostenere le fatiche dei pitagorici.

Dal fischio di inizio dell’arbitro Fourneau sarà solo calcio. Stroppa metterà in ordine il suo 3-5-2 con Cordaz a difendere i pali, Golemic, Marrone e Luperto formeranno il probabile trio di difesa, poi Molina, Messias, Cigarini, Benali e Reca si butteranno a lottare nel mezzo. A forzare davanti per gonfiare il sacco ci penseranno Simy e Riviére.

La Juve senza Ronaldo e tanti altri, verrà a giocarsela con Szczesny, Danilo, Bonucci, Chiellini e Frabotta a fare il gioco difensivo a 3/4 di Pirlo, Cuadrado, Arthur, Bentancur e Kulusevsky in mezzo e la coppia Morata-Dybala, sempre che l’argentino abbia la condizione da titolare. Altrimenti Pirlo farà esordire il nuovo acquisto Chiesa. Insomma, a prescindere da chi ci sia dall’altra parte del rettangolo di gioco al Crotone servirà dare il meglio per contendere la posta in palio ai campioni d’Italia.

Il match di domani vale per la quarta giornata di campionato. Alla stagione d’esordio assoluto in A, 2016/17, i pitagorici centrarono il primo punto del massimo campionato proprio nel quarto turno pareggiando con il Palermo. Ai ragazzi di Stroppa non resta che replicare.

Redazione Calabriaclick

informazione pubblicitaria
informazione pubblicitaria

Calabria da scoprire