venerdì 5 Agosto 22
venerdì 5 Agosto 22

Serie C, Catanzaro forte ma poco cinico: il big match va al Bari

Al San Nicola di Bari è andato di scena il match clou della dodicesima giornata del girone C di serie C. In campo la prima e la seconda del campionato, il Bari ed il Catanzaro e tre punti pesantissimi in palio.

Bari e Catanzaro, reduci dalle prime sconfitte in campionato, hanno dimostrato di essere all’altezza di giocarsi la vittoria del girone. Certo, stona un po’ per i calabresi il commento positivo dopo aver rimediato la seconda sconfitta consecutiva in pochi giorni, eppure, sul campo della capolista, i giallorossi hanno disputato un grande match.

informazione pubblicitaria

Dai primi minuti la formazione di Calabro spaventa i tifosi di casa, prima con Bombagi, che manda di poco a lato, e poi con Vandeputte, che impegna Frattali a salvarsi in tuffo. Dopo i primi dieci minuti in mano al Catanzaro, la formazione pugliese si ricorda di essere la prima in classifica ed aumenta la spinta, trovando conclusioni pericolose in serie dal minuto 12 al 16, fino a quando, al minuto 19, dall’affondo di Pucino nasce l’assist per l’acrobazia aerea di Antenucci che supera Branduani e porta avanti il Bari.

Da qui in poi, però, il Catanzaro si prende il campo e porta il Bari a giocare di ripartenza. Al minuto 24 Cianci gira prepotentemente di testa verso la porta, ma Frattali, aiutato dalla traversa, mette in angolo. Giallorossi in cerca del pari, ma esposti ad un paio di spunti pericolosi dei padroni di casa, che soprattutto con Simeri sfiorano il raddoppio, scongiurato dall’ottimo Branduani che salva la porta giallorossa.

Sul finire di tempo aumenta la spinta del Catanzaro, che al 41′ si concretizza nell’1-1 nato dall’assist di Verna in appoggio a Cianci, che firma con un sinistro a giro il gol dell’ex con annesse scuse ai tifosi biancorossi. Il Bari sembra scosso dal pari, mentre la formazione di Calabro tenta di chiudere in avanti il primo tempo. Ma è nel recupero che si consuma l’episodio chiave della gara, che il Catanzaro pagherà fino al fischio finale. Una palla innocua sfugge a Fazio, che liscia clamorosamente e lascia Simeri tutto solo davanti a Branduani, che nonostante il tocco, non può fermare il pallone mentre procede spedito alle sue spalle morendo dopo la linea di porta.

informazione pubblicitaria

Nella ripresa il Catanzaro è padrone della partita, perché schiaccia il Bari nella sua metà campo e già al 48′ ha la ghiotta chance del pari, ma Frattali, d’istinto, si supera sulla conclusione a botta sicura di Bombagi. Il resto del tempo di gioco è di marca giallorossa, ma nonostante la superiorità fisica e tecnica dimostrata, il Catanzaro non arriva mai a trovare la giocata vincente, sprecando un netto dominio, che ha reso orgogliosi i tantissimi tifosi giunti dalla Calabria. Anche mister Calabro può essere fiducioso per il futuro prossimo, soprattutto per la mentalità dimostrata fino all’ultimo secondo, quando Vandeputte si crea la chance del 2-2, ma davanti a Frattali e contrastato da due avversari, la mette sul fondo con la punta.

I calabresi, pertanto, hanno dimostrato potenzialità e qualità che vanno oltre la sconfitta ed oltre i sette punti che adesso separano il Catanzaro dal primo posto del girone. Un’altra formazione pugliese, intanto, scalza i giallorossi anche dal secondo posto. Il Monopoli, infatti, battendo il Monterosi Tuscia, balza a quota 22 e si prende il gradino numero due del podio.

Tra tre giorni, in coppa Italia, il Catanzaro sfida il Palermo, poi tra una settimana è caccia ai tre punti contro il Messina. Il riscatto per i ragazzi di Calabro può arrivare da subito, contro le due formazioni siciliane.

Redazione Calabriaclick

informazione pubblicitaria
informazione pubblicitaria
informazione pubblicitaria
informazione pubblicitaria