martedì 22 Giugno 21
More
    martedì 22 Giugno 21

    Taekwondo, il calabrese Simone Alessio alle olimpiadi di Tokyo

    “Essermi qualificato alle Olimpiadi è un’emozione che ancora non ho ben definito, sono contento soprattutto per aver colto i frutti di un anno e mezzo di allenamento intenso e per i sacrifici che abbiamo fatto per arrivare fin qui. Adesso dopo un anno e mezzo in cui la mia qualificazione era in dubbio voglio staccare un attimo e poi ricominciare con il doppio della voglia”.

    E’ Simone Alessio a parlare, subito dopo aver centrato la qualificazione a Tokyo 2020. Azzurro del taekwondo, vigile del fuoco, nato a Livorno, ma cresciuto a Sellia Marina, in provincia di Catanzaro, si giocherà una medaglia grazie alla vittoria conquistata nella categoria 80 kg al torneo continentale in corso a Sofia.

    informazione pubblicitaria

    Dopo aver superato al primo incontro il macedone Filip Dodevski per 10-9, e poi il belga Nicholas S Corten battuto per 3-0 al golden round, dopo che i primi tre round erano finiti 3-3, Alessio ha battuto in semifinale il tedesco Tahir Guelec con il punteggio netto di 21-2, raggiungendo così Vito Dell’Aquila già qualificato per le prossime Olimpiadi.

    “Saranno strane, lo so. Che siano con il pubblico o senza, ovviamente è brutto da vedere – ha aggiunto Alessio all’Ansa – Ci saranno i giapponesi ma è brutto senza il nostro pubblico e il tifo dell’Italia. È però importante per me partecipare ai miei primi Giochi. C’è grande attesa sicuramente, ma finora ho perso con entrambi i primi due al mondo: manca ancora qualcosa per raggiungere il top ma cercheremo di colmare il gap per Tokyo”.

    Redazione Calabriaclick

    informazione pubblicitaria
    informazione pubblicitaria

    Altre news

    informazione pubblicitaria

    Covid-19 news

    informazione pubblicitaria

    Calabria da Scoprire

    informazione pubblicitaria